Per un itinerario storico-artistico tra i più importanti edifici della città di Pesaro non può mancare una tappa presso Rocca Costanza, secolare castello medievale risalente alla seconda metà del Quattrocento, nucleo artistico del passato della città e delle sue antiche origini.

esterno rocca costanzaCostruita da Costanzo Sforza non appena investito della signoria di Pesaro, Rocca costanza nasce principalmente come edificio di carattere militare volto alla difesa e alla fortificazione della città.

La sua costruzione comincia nella primavera del 1474 da parte di Giorgio Marchesi da Settignano, dopo pochi mesi sostituito da Luciano Laurana che si dedica soprattutto agli abbellimenti degli appartamenti privati e dei cortili interni. In seguito alla morte dell’architetto i lavori vengono affidati a Cherubino da Milano, intervallati da numerose complicazioni come l’avvento della peste e la presa della città da parte di Cesare Borgia.

Destituito Giovanni Sforza, Borgia, sotto consiglio di Leonardo da Vinci, decide di far confluire l’acqua dell’Adriatico lungo il fossato della fortezza. Nel 1503, ristabilito il dominio della città, la famiglia Sforza riprende i lavori interrotti e completa la costruzione con opere di abbellimento e restauro complessivo.

L’antica fortezza non nasce soltanto come struttura difensiva della città ma rappresenta anche la residenza estiva della famiglia Sforza.  Il corpo a U della costruzione delimita il cortile interno alla Rocca che accoglie ampi spazi adibiti a scuderie al livello del fossato. Il piano superiore invece, a partire dal 1864 viene istituito a carcere e mantiene questa funzione fino al 1989: ancora oggi è presente l’antica suddivisione in celle, mentre il piano inferiore accoglie vasti sotterranea breve destinati ad attività di carattere turistico.

 

rocca costanza dall'altoFra le note artistiche più rilevanti della costruzione è necessario sottolineare la cappella con volta ad ombrello affrescata risalente al 1800, situata presso il piano che un tempo ospitava i detenuti del carcere.

Peculiare è anche la struttura complessiva della fortezza: a pianta quadrilatera, la Rocca presenta quattro torrioni circolari scarpati collegati da colline murarie. Al centro della costruzione sorgeva un tempo un mastio a base scarpata destinato alla difesa estrema, mentre le torri e le colline presentavano un coronamento a beccatelli. All’esterno era presente anche un ponte levatoio coronato di merli oltre al medaglione coniato da Costanzo Sforza in occasione dell’inizio della costruzione della fortezza.

Rocca costanza si trova oggi in stato di ristrutturazione e sarà presto destinata principalmente ad attività turistiche organizzate dal Comune: i sotterranei potranno ospitare mostre ed esposizioni, mentre la corte interna ed i giardini esterni potranno accogliere iniziative relative al turismo estivo della città.

Tagged with →  
Share →

One Response to Rocca Costanza: storia e curiosità

  1. Davide ha detto:

    Si può sapere se realmente intorno alla rocca ce stata l acqua?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.