Pesaro e provincia - Il Borgo di MontefabbriSe state organizzando una vacanza nei pressi di Pesaro e Provincia e state scegliendo un itinerario che vi permetta di scoprire le sue bellezze, allora mettetevi comodi: la lista delle alternative è lunga. Mare, dolci colline, montagne, natura, arte, cultura, rocche, castelli, enogastronomia sono solo alcuni degli ingredienti che potete mescolare nel costruire il vostro tour. Quella di Pesaro e Provincia è una terra magica e ricca di cose da fare, da vedere e soprattutto tutte da scoprire.

Nella Provincia di Pesaro, l’entroterra si trova a un passo dal mare. Alla scoperta di questo territorio, e a seconda che le proprie passioni propendano per la storia, la pittura, per i borghi antichi piuttosto che per l’arte culinaria, ci si può tuffare nel cuore del Montefeltro, si può seguire la Valle del Cesano, quella del Metauro oppure si può percorrere la Via Flaminia, che anticamente collegava Roma all’Adriatico. In questa serie di articoli dedicati ai dintorni di Pesaro scopriremo quali sono tutti gli itinerari possibili di questa splendida Provincia da conciliare con lunghi bagni di mare, di sole e relax.

 

PESARO E PROVINCIA – Da Pesaro a Urbino passando per Sant’Angelo e Montefabbri

Se state trascorrendo un soggiorno sul mare a Pesaro, e dopo una bella giornata passata in spiaggia vi è venuta voglia di arricchire un po’ il vostro bagaglio culturale ricordate che la stessa città di Pesaro, è uno scrigno colmo di tesori dal valore indicibile. Passeggiate per Piazza del Popolo, visitate il Palazzo Ducale, il Municipio, il Palazzo della Paggeria e lasciatevi trasportare nel 1500 dentro la corte dei Della Rovere. Andate a vedere la Cattedrale, la Chiesa nel Nome di Dio, i Musei Civici e quello Oliveriano e respirate la storia. Fate visita alla casa natale di Gioacchino Rossini, il Teatro a lui dedicato e ascoltate le sue sinfonie riecheggiare.

Se siete amanti dell’arte la vostra meta per eccellenza è senza dubbio Urbino e allora sarete pronti per un’immersione nel meraviglioso Montefeltro. Sulla strada che congiunge Pesaro alla città ducale, è impossibile non fermarsi ad ammirare gli splendidi borghi medievali di Sant’Angelo in Lizzola e Montefabbri.

Il primo, fondato nell’anno 1000, ospita l’antico Palazzo Mamiani disegnato dal genio di Giovanni Branca, la Chiesa di Sant’Egidio in stile romanico risalente al 1600, la Chiesa Collegiata voluta da Papa Clemente II e la Vecchia Fonte dei Poeti. Nel mese di agosto ha luogo una meravigliosa rievocazione storica, una delle più belle di Pesaro e Provincia, quella “alla Corte dei Mamiani”, quando tutto il paese torna a vivere nel XVI secolo e centinaia di turisti accorrono per godersi lo spettacolo.

Anche a Montefabbri, un altro dei cento borghi di Pesaro e Provincia, dove il tempo sembra non essere mai passato. Il castello infatti, in posizione sopraelevata rispetto alla valle, è cambiato ben poco dal 1400: a causa o grazie alla scarsità delle risorse il borgo non è mai stato manomesso e tutt’oggi conserva ancora i caratteri e i connotati dell’epoca.

Pesaro e provincia - I Torricini di UrbinoPochi chilometri ed eccoci a Urbino, perla del Rinascimento e patrimonio dell’Unesco dal 1998.
La nostra visita non può che cominciare da Piazza Mercatale, l’antico piazzale dove si teneva il mercato, che si trova ai piedi della città, al di fuori delle mura. Passeggiando attorno la città fortificata lasciatevi incantare dai connubi di colori, paesaggi e prospettive della città ideale e scoprite tesori come l’Oratorio di San Giuseppe, sede del presepe del Brandani con statue di grandezza naturale e quello di San Giovanni Battista, dove sono tutt’oggi conservati gli affreschi dei fratelli Salimbeni.

Percorrendo poi le tipiche viuzze e i caratteristici vicoletti di Urbino, alzando il naso di tanto in tanto si possono scorgere i Torricini del maestoso Palazzo Ducale. Celebre in tutto il mondo, questo meraviglioso palazzo voluto dal duca Federico II da Montefetro, ospita oggi la Galleria Nazionale delle Marche, con tesori d’arte e capolavori di ogni tempo. Non perdetevi inoltre la Chiesa di San Bernardino progettata da Bramante, il Convento di Santa Chiara ideato da Francesco di Giorgio Martini e la Chiesa gotica di San Francesco. Infine, salite fino alla Fortezza Albornoz e godetevi un panorama mozzafiato sui colli del Montefeltro, in una tranquillità disarmante.

Ora tornate a Pesaro, a respirare la brezza marina, rilassatevi, riposatevi e tenetevi pronti per il prossimo itinerario!

Link utili:
Sito della Provincia di Pesaro e Urbino
Sito Guide D’Arte

 

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.